annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ma nel Lazio non si vola?

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ma nel Lazio non si vola?

    Buongiorno a tutti.
    Il titolo già la dice lunga...ma nel Lazio dove si deve andare per volare?
    Dalle mappe di D-flight si direbbe che è vietato ovunque!
    Se non c'è un aeroporto c'è di sicuro un parco o una riserva faunistica.
    Io mi sono costruito il mio bellissimo drone Open A2 e non posso usarlo da nessuna parte, non vi sembra paradossale?
    Ore di lavoro e materiale speso per poi fare bella mostra sulla mensola.
    Se qualcuno conosce un buchetto sgombro da restrizioni dove si possa volare senza infastidire il nido di qualche cornacchia mi piacerebbe conoscerlo.


  • #2
    Se guardi su dflight, hanno messo in zona rossa solo i parchi che hanno richiesto riserva di spazio aereo. Ovviamente NON devi attivare il layer parchi altrimenti diventa tutto un parco. Sempre su Dflight hai il link alle AIP dei parchi del Lazio (ma anche tutte le altre regioni) dove è stata richiesta e accordata da enac riserva di spazio aereo e andando a memoria, sono solo quattro o cinque. Io mi attengo a quelli e mi tengo nella borsa del drone la pagina stampata che li elenca (oltre a attestato, qrcode, assicurazione).

    Commenta


    • #3
      Grazie per la risposta, tuttavia devo osservare alcune cose:
      fin ora mi è sembrato di capire leggendo vari post sul forum e anche su varie discussioni al di fuori del forum stesso che sui parchi, riserve naturali e faunistiche, zone di montagna (di cui non si sa mai dove esattamente) sia vietato a prescindere qualsiasi attività di volo APR non autorizzata, quindi figuriamoci per la categoria OPEN.
      In virtù di ciò l'anno scorso tentai di contattare l'ente parchi del Lazio che ovviamente non mi ha risposto alla mia Email e nemmeno al telefono! (figuriamoci...).
      Quanto al famigerato e "stupendo" D-flight, dice tutto e non dice niente, perchè se non paghi i link non sono accessibili e quando lo sono non danno indicazioni chiare e comprensibili.
      Secondo D-flight basta che la zona sia bianca e per loro è tutto a posto.
      Faccio solo un piccolo esempio: la città di Anzio è tutta bianca!!!!...il che vorrebbe dire, secondo loro, che con un OPEN potrei volare sopra i palazzi, il porto, le strade...ecc...ma di cosa stiamo parlando?
      Il parco naturale della Solfatara di Pomezia è off-limits (sarà per lo zolfo nell'aria?), il parco naturale dei castelli Romani è off-limits (perche poi il merlo non nidifica...), il parco naturale della Sughereta di Pomezia è off-limits per i droni ma non per i runner e i ciclisti..., il parco di Decima e Malafede è off-limits e se possono contare a dismisura fino al mar Adriatico.
      Possibile che per fare 10 minuti di volo bisogna fare centinaia di Km in macchina per poi non essere nemmeno sicuri di cosa si stia facendo e stare nel timore che qualche forestale poco informato possa farti passare un brutto fine settimana.
      Comunque detto ciò io vorrei fare una richiesta ai piloti del Lazio....DOVE andate a volare che ci vengo anchio!!!!

      Commenta


      • #4
        I documenti sono gratuiti, basta registrarsi al sito enac. Apri una qualsiasi zona di diflight dove è indicato un parco, clicca sul link e arrivi al sito enac dove, previa registrazione gratuita, accedi al PDF parchi che hanno richiesto e ottenuto riserva spazio aereo. Solo su quelli è davvero vietato il sorvolo. Per quanto riguarda Anzio... Se è 120 metri, puoi volare ma solo con droni sub 250 grammi anche autocostruiti

        Commenta

        Sto operando...
        X