annuncio

Comprimi

Riattivazione del Mercatino

Abbiamo riattivato il mercatino, tutte le informzioni in questo post.

https://www.dronerc.it/forum/forum/d...-del-mercatino
Visualizza altro
Visualizza di meno

attraversare lo stretto di Messina!

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • attraversare lo stretto di Messina!

    Salve a tutti
    ..mi sono messo in testa di fare una ripresa della attraversata dello stretto di Messina .. volevo sapere se vi risulta che qualcuno l'abbia fatta? sono circa 4 km..
    stamani ho fatto un sopraluogo.. rispetto a l'Etna ci sono problematiche diverse
    ..la cosa più insidiosa è che se qualcosa va storta non si può pensare di fare un atterraggio di fortuna..
    Secondo voi è più interessante fare una videoripresa o delle fotografie?
    tenete presente che le foto offrono un dettaglio superiore..

    a presto

    fausto
    _________________________
    www.openflight.it

  • #2
    Originariamente inviato da faustog
    Salve a tutti
    ..mi sono messo in testa di fare una ripresa della attraversata dello stretto di Messina .. volevo sapere se vi risulta che qualcuno l'abbia fatta? sono circa 4 km..
    stamani ho fatto un sopraluogo.. rispetto a l'Etna ci sono problematiche diverse
    ..la cosa più insidiosa è che se qualcosa va storta non si può pensare di fare un atterraggio di fortuna..
    Secondo voi è più interessante fare una videoripresa o delle fotografie?
    tenete presente che le foto offrono un dettaglio superiore..

    a presto

    fausto
    Ammirevole impresa!!

    Per una simile cosa ci vogliono sia le foto che la ripresa.

    Descrivi un po' come pensi di procedere esattamente..

    Saluti
    Andrea
    La natura non può essere ingannata. (Richard Feynman)

    Commenta


    • #3
      dovrò scegliere una delle due voglio tenere il modello più leggero possibile.. per cui o una cosa o l'altra.... penso che la scelta è obbligata.. occorre un motoscafo tipo quelli da clandestini!!

      a presto

      fausto

      Originariamente inviato da andrex71
      Ammirevole impresa!!

      Per una simile cosa ci vogliono sia le foto che la ripresa.

      Descrivi un po' come pensi di procedere esattamente..

      Saluti
      Andrea
      _________________________
      www.openflight.it

      Commenta


      • #4
        "Ti auguro un in bocca al lupo"
        I miei sogni nel cassetto: una traversata con un bel modellone tra Napoli Capri - oppure tra Piombino e l'Elba!
        Chissa ......, forse, vedremo!
        "il volatore della domenica"
        http://it.youtube.com/canesco

        Commenta


        • #5
          quanti chilometri sono?

          prendi nota con google earth della distanza esatta.. .poi considera quanto pesa la videocamera da trasportare misuri la velocità del modello, x quanto tempo puoi dare motore V=S/t ...ti fai i conti ..se essi vanno bene. ...puoi partire altrimenti rimani a casa che è meglio.

          a dopo
          fausto

          Originariamente inviato da canesco
          "Ti auguro un in bocca al lupo"
          I miei sogni nel cassetto: una traversata con un bel modellone tra Napoli Capri - oppure tra Piombino e l'Elba!
          Chissa ......, forse, vedremo!
          _________________________
          www.openflight.it

          Commenta


          • #6
            Grande!

            Bella idea!
            Considera anche che puoi trovare vento contrario. Immagino che questo vada valutato per la durata delle batterie...



            Inoltre posso aggiungere un altro problema che mi viene in mente al "volo": io avevo un gommene certo non delle dimensioni di quello degli scafisti ma in ogni caso risentiva molto delle onde.
            Immagino non sia molto facile pilotare e dare comandi precisi se si ha una postazione che ti muove di continuo.
            Dovrai esercitarti.

            Forse è meglio procurarsi un modello di idrovolante
            Ultima modifica di tittap123; 17th November 2007, 21:25.
            http://www.elevarsi.altervista.org

            Commenta


            • #7
              si son daccordo

              La valutazione del vento è tra le prime cose..
              ti dico che per un periodo mi sono allenato a pilotare da una stazione mobile ..mi sono comprato una macchina cabrio.. alla fine è come stare in barca ..quando ..il mare è calmo!! ti confermo che non è facile ..soprattuto se voli basso! o devi fare delle riprese.. ..mi ricordo un momento in cui il modello volava a circa 20 metri da terra di fianco alla macchina che procedeva a circa 40 km/h ..ad un certo punto ho dato motore + cabro + leggerissima virata.. sembrava la scena tra due aerei!! molto bella ed emozionante il tutto in zone di campagna la domenica, praticamente in strade deserte.

              Per fare delle missioni particolari vanno fatte le giuste osservazioni occore conoscere il luogo ..per esempio prima di fare il sorvolo dell'Etna mi sono documentato un bel pò ..pensa che per quasi un anno ho visitato il posto ho valutato tutte le possibilità dove atterrare dove poter avere il sostegno del vento ..dove invece è possibile trovare delle discendenze.. .però ti dico che l'aeromodellismo fatto in questo modo non annoia!



              Originariamente inviato da tittap123
              Bella idea!
              Considera anche che puoi trovare vento contrario. Immagino che questo vada valutato per la durata delle batterie...



              Inoltre posso aggiungere un altro problema che mi viene in mente al "volo": io avevo un gommene certo non delle dimensioni di quello degli scafisti ma in ogni caso risentiva molto delle onde.
              Immagino non sia molto facile pilotare e dare comandi precisi se si ha una postazione che ti muove di continuo.
              Dovrai esercitarti.

              Forse è meglio procurarsi un modello di idrovolante
              _________________________
              www.openflight.it

              Commenta


              • #8
                una diapositiva

                ecco una diapositiva...




                Originariamente inviato da faustog
                La valutazione del vento è tra le prime cose..
                ti dico che per un periodo mi sono allenato a pilotare da una stazione mobile ..mi sono comprato una macchina cabrio.. alla fine è come stare in barca ..quando ..il mare è calmo!! ti confermo che non è facile ..soprattuto se voli basso! o devi fare delle riprese.. ..mi ricordo un momento in cui il modello volava a circa 20 metri da terra di fianco alla macchina che procedeva a circa 40 km/h ..ad un certo punto ho dato motore + cabro + leggerissima virata.. sembrava la scena tra due aerei!! molto bella ed emozionante il tutto in zone di campagna la domenica, praticamente in strade deserte.

                Per fare delle missioni particolari vanno fatte le giuste osservazioni occore conoscere il luogo ..per esempio prima di fare il sorvolo dell'Etna mi sono documentato un bel pò ..pensa che per quasi un anno ho visitato il posto ho valutato tutte le possibilità dove atterrare dove poter avere il sostegno del vento ..dove invece è possibile trovare delle discendenze.. .però ti dico che l'aeromodellismo fatto in questo modo non annoia!
                File allegati
                _________________________
                www.openflight.it

                Commenta


                • #9
                  Originariamente inviato da faustog
                  ecco una diapositiva...
                  ciao, potresti anche valutare l'attraversamento fra Ganzirri e Cannitello molto piu' vicino e pratico.....

                  Commenta


                  • #10
                    il più leggero possibile non sono sicuro che convenga, anzi: l'efficienza di un modello cambia relativamente poco al variare del peso ma cambia il suo punto di applicazione sulla polare, più pesa e più riesce a raggiungere una velocità superiore.
                    chiaramente nel tuo caso non c'è una lotta contro il tempo, ma il peso gioca a sfavore nella fase di risalita, per cui dovrai trovare un giusto compromesso per il peso.

                    quale strategia di volo pensi di usare?
                    1. risalite sotto motore alternate a planate
                    1bis. unica risalita sotto motore e unica planata.
                    2. crociera livellata sotto motore al massimo della velocità
                    3. crociera livellata sotto motore ad un regime medio
                    4. dynamic soaring sulle onde come l'albatross
                    5. altro che non mi viene in mente

                    se lo fai con il condor forse la soluzione migliore è la 1, la 2 è sicuramente più dispendiosa, la 3 richiederebbe di studiare bene il gruppo propulsivo e la velocità di max efficienza globale, la 1bis è la più spettacolare.

                    la distanza comunque non mi sembra un problema: con 15 di efficienza bastano 400m di quota per fare 6000m in linea retta. il probl potrebbe essere trovare il giusto trim in modo che il modello voli il più possibile da solo

                    Originariamente inviato da faustog
                    dovrò scegliere una delle due voglio tenere il modello più leggero possibile.. per cui o una cosa o l'altra.... penso che la scelta è obbligata.. occorre un motoscafo tipo quelli da clandestini!!

                    a presto

                    fausto
                    quota, velocità, idee: averne sempre almeno due

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da blinking
                      il più leggero possibile non sono sicuro che convenga, anzi: l'efficienza di un modello cambia relativamente poco al variare del peso ma cambia il suo punto di applicazione sulla polare, più pesa e più riesce a raggiungere una velocità superiore.
                      chiaramente nel tuo caso non c'è una lotta contro il tempo, ma il peso gioca a sfavore nella fase di risalita, per cui dovrai trovare un giusto compromesso per il peso.

                      quale strategia di volo pensi di usare?
                      1. risalite sotto motore alternate a planate
                      1bis. unica risalita sotto motore e unica planata.
                      2. crociera livellata sotto motore al massimo della velocità
                      3. crociera livellata sotto motore ad un regime medio
                      4. dynamic soaring sulle onde come l'albatross
                      5. altro che non mi viene in mente

                      se lo fai con il condor forse la soluzione migliore è la 1, la 2 è sicuramente più dispendiosa, la 3 richiederebbe di studiare bene il gruppo propulsivo e la velocità di max efficienza globale, la 1bis è la più spettacolare.

                      la distanza comunque non mi sembra un problema: con 15 di efficienza bastano 400m di quota per fare 6000m in linea retta. il probl potrebbe essere trovare il giusto trim in modo che il modello voli il più possibile da solo
                      Belle domande !!
                      Per info col mio modellone one con la strategia 2 ho un' autonomia di 190 Km, con la 1 ben 400 !!!!!!!!!!!! ( con 12 litri di miscela )

                      Ciao
                      gallina

                      Commenta


                      • #12
                        ok

                        .. il peso comincia a farsi sentire dai 2500 metri in su comunque per sicurezza scelgo di mettere solo la videocamera.. perchè non serve il dettaglio.. ..a che serve una foto dettagliata del mare?
                        ....il vento sarà laterale ..ho già osservato più o meno quali sono i venti dominanti.. ..per cui la soluzione sarà un compromesso .. ovvero il lancio verrà fatto verso la terra di Sicilia ..in modo che se c'è qualcosa che non va ..trovo terra.. e non acqua... ..appena salito a 200 metri osservo se tutto è a posto affino il trimmggio in volo il modello ... e poi punto il muso verso la calabria alla massima potenza in modo da guadagnare più quota ....non appena il modello si allontana tolgo motore lo faccio planare facendo attenzione di correggere la sbandata provocata dal vento.. che dovrà essere debole.. .e in quel momento che occorre muoversi con il gommone. ... raggiunto il modello ci si ferma e si da nuovamente potenza ..si corregge la traiettoria eventualemte ....e così via
                        il modello è un ottimo veleggiatore ..forse il migliore della categoria... .
                        a dopo

                        Originariamente inviato da blinking
                        il più leggero possibile non sono sicuro che convenga, anzi: l'efficienza di un modello cambia relativamente poco al variare del peso ma cambia il suo punto di applicazione sulla polare, più pesa e più riesce a raggiungere una velocità superiore.
                        chiaramente nel tuo caso non c'è una lotta contro il tempo, ma il peso gioca a sfavore nella fase di risalita, per cui dovrai trovare un giusto compromesso per il peso.

                        quale strategia di volo pensi di usare?
                        1. risalite sotto motore alternate a planate
                        1bis. unica risalita sotto motore e unica planata.
                        2. crociera livellata sotto motore al massimo della velocità
                        3. crociera livellata sotto motore ad un regime medio
                        4. dynamic soaring sulle onde come l'albatross
                        5. altro che non mi viene in mente

                        se lo fai con il condor forse la soluzione migliore è la 1, la 2 è sicuramente più dispendiosa, la 3 richiederebbe di studiare bene il gruppo propulsivo e la velocità di max efficienza globale, la 1bis è la più spettacolare.

                        la distanza comunque non mi sembra un problema: con 15 di efficienza bastano 400m di quota per fare 6000m in linea retta. il probl potrebbe essere trovare il giusto trim in modo che il modello voli il più possibile da solo
                        _________________________
                        www.openflight.it

                        Commenta


                        • #13
                          eh, avevo ragione a dire che la 2 è più dispendiosa, d'altra parte gli alianti non sono fatti per volare in crociera sotto motore, hanno semplicemente troppa ala

                          scusa gallina ma quanto guadagno di quota ti consentono di fare i 12L di miscela? 400km di planata, se viaggi con 45di eff. risultano 8900m, mi pare tanto...

                          Originariamente inviato da gallina
                          Belle domande !!
                          Per info col mio modellone one con la strategia 2 ho un' autonomia di 190 Km, con la 1 ben 400 !!!!!!!!!!!! ( con 12 litri di miscela )

                          Ciao
                          gallina
                          quota, velocità, idee: averne sempre almeno due

                          Commenta


                          • #14
                            Ot:

                            Originariamente inviato da blinking
                            eh, avevo ragione a dire che la 2 è più dispendiosa, d'altra parte gli alianti non sono fatti per volare in crociera sotto motore, hanno semplicemente troppa ala

                            scusa gallina ma quanto guadagno di quota ti consentono di fare i 12L di miscela? 400km di planata, se viaggi con 45di eff. risultano 8900m, mi pare tanto...
                            Nel far gli auguri per l' impresa a Fausto, mi permetto un piccolo OT:

                            Ma mentre si sale si fa anche strada !!...
                            1) 150 km/h per 1 ora e 20 minuti di autonomia circa 200 km
                            2) 1 ora e venti a 90 km/h con guadagno di quota di 1,2 m/s e poi planate con efficienza 50. circa 120 Km + 290 Km

                            I conti tornano, non li ho fatti io, finora non ho mai avuto necessità di verificarlo, ma son dati da manuale.
                            Mi par da ricordare addirittura 190 e 430 teorici, son asino non leggo con attenzione il manuale, mi ero fermato a quello senza motore .
                            C' è da dire che solitamente non si plana con la testa nel sacco ( come fanno i motorari ) e l' efficienza è ( quasi ) sempre maggiore di 50.
                            Ciao
                            Gallina

                            Commenta


                            • #15
                              Attenzione a quando parlate di coefficenti di...

                              .....scusate se intervengo ..però occorre prestare un pò di attenzione quando si parla di efficenza ecc.. c'è da dire che il modello verrà caricato di circa 300 grammi di zavorra inoltre necessariamente la videocamera avrà una certa sporgenza dall'abitacolo. altrimenti inquadrerebbe la fuso.. . ..ciò provoca una resistenza.. all'avanzamento.. per cui i conti non vanno più bene.. scegliere di salire e poi andare tutto in planata potrebbe essere fattibile ..però ..vi dico che osservare il modello metre saltate con il gommone tra un onda e l'altra... è difficile ..inoltre verrebbe spontaneo salire più in alto possibile ..a quel punto si rischia di non vedere il modello.. insomma.. in quelle circostanze occorre procedere alternando motore planata con il modello max a 400-500 metri.. 400 metri sono pochi per l'occasione.. pensate solo un quindicesimo della distanza.. per cui ..l'impresa non è tanto semplice.. ve lo assicuro.. ..come ho già fatto per l'etna.. o il monte carbonara.. ..devo fare diverse prove... ..tempo fà sulla laguna di chiggia feci un attraversamento ..ma era semplice perchè l'acqua è ferma.. ...e inoltre erano solo 4 chilometri..

                              a dopo



                              ..poi ovviamente c'è da dire che alcune cose si dovranno improvvisare.

                              Cosa fondamentale ..prima di lanciare il modello occorre osservare l'area di atterraggio deve essere libera di ogni cosa o persona.. occorre osservare con un binocolo ..l'aerea.. fatto questo si procede al lacio ecc...


                              Originariamente inviato da blinking
                              eh, avevo ragione a dire che la 2 è più dispendiosa, d'altra parte gli alianti non sono fatti per volare in crociera sotto motore, hanno semplicemente troppa ala

                              scusa gallina ma quanto guadagno di quota ti consentono di fare i 12L di miscela? 400km di planata, se viaggi con 45di eff. risultano 8900m, mi pare tanto...
                              _________________________
                              www.openflight.it

                              Commenta

                              Sto operando...
                              X